iscrizione convegno Le demenze

locandina convegno Le demenze

news




Il “Codice Rosso”

Il “Codice Rosso”

---!!! Si informa che l'evento è stato rimandato a data da definirsi!!!---

Cosa cambia nella lotta alla violenza sulle donne?

Come è possibile proteggere ulteriormente le donne con interventi tempestivi ed efficaci che contrastino il fenomeno della violenza? Questa è stata la domanda che il legislatore si è posto con la legge numero 69 del 19 luglio 2019, il cosiddetto “Codice Rosso”, che ha portato importanti cambiamenti nella lotta alla violenza sulle donne. Per approfondire l’argomento la cooperativa sociale Arcobaleno e l’associazione Francesca sono IO, con il patrocinio del comune di Rosignano e della SdS Valli Etrusche, hanno organizzato un incontro che si terrà martedì 3 marzo a partire dalle 16:30 nella sala conferenza di piazza Del Mercato a Rosignano Solvay. Ma in realtà cosa cambia veramente? Quali sono i benefici per il quotidiano lavoro dei centri antiviolenza? Le istituzioni possono realmente intervenire più efficacemente? Ne parliamo con gli avvocati Fabrizio Spagnoli, Presidente del Consiglio dell'ordine degli avvocati di Livorno, e Silvia Battaglini, che opera nel centro antiviolenza e i punti di ascolto delle Valli etrusche, insieme alla Dott.ssa Cristina Galavotti, assistente sociale, criminologa forense e docente presso l'Università di Pisa. Per maggiori informazioni rivolgersi al 0566/49419.

Read more

“Prospettive d’arte”

“Prospettive d’arte”

Inaugurazioni delle mostre il 27 e il 29 dicembre a Massa Marittima

Due mostre che riscalderanno le vacanze di Natale fino all’Epifania quelle che verranno inaugurate venerdì 27 dicembre al museo del Magma a Follonica alle 18 e il 29 nei musei archeologico di Giovannangelo Camporeale e di arte sacra di San Pietro all’Orto di Massa Marittima alle 17:30. “Prospettive d’arte” è un progetto nato dalla voglia di fornire nuovi stimoli agli artisti della Combriccola della Ceramica, all’interno dei musei della zona, per vedere come l’impatto emozionale di questi luoghi di cultura possa aver influito sul processo creativo aiutandoli a tirare fuori il proprio mondo interiore. Un lungo percorso fatto di visite guidate e laboratori inclusivi che porta a una fruizione dell’arte da parte di chi è considerato diverso ma che alla fine, attraverso la sua creatività, ci arricchisce portandoci dentro il suo mondo. Il museo diventa punto d’incontro e l’arte un linguaggio universale che arriva ad ognuno in modo diverso. Dai lavori, ispirati alle opere dei musei, si percepiscono i valori che fanno parte dell’universo dei componenti della Combriccola lontani dai ritmi che la vita solitamente ci impone. Tutto all’insegna della semplicità ma alla continua ricerca della gioia, della felicità e degli affetti. Il progetto è stato realizzato dalla collaborazione delle cooperative sociali Zoe e Arcobaleno con il patrocinio della regione Toscana, dei comuni di Follonica e Massa Marittima, ai musei di Massa Marittima e il Magma, alla rete Musei di Maremma e del Parco Nazionale delle Colline Metallifere. Due appuntamenti che non sarà possibile mancare all’interno delle vacanze natalizie di tutti noi!

Read more

Le demenze. Inquadramento, diagnosi e prevenzione

Le demenze. Inquadramento, diagnosi e prevenzione

Convegno 13 dicembre 2019

Secondo una statistica in Italia i malati di demenza sono tra l'uno e il cinque per cento delle persone sopra i sessantacinque anni d'età e il trenta percento degli individui ultraottantenni. L'Alzheimer è la forma di demenza in assoluto più comune nell'essere umano, ma i tipi di demenza sono numerosi e tra le più importanti possiamo trovare la demenza vascolare, la demenza con corpi di Lewy e altre forme di demenza. Dato anche il continuo incremento della vita media, gli esperti prevedono che nel 2020 i soggetti al mondo con una forma di demenza saranno circa 48 milioni. La necessità di formazione e informazione della cittadinanza e dei professionisti, ha portato la cooperativa sociale Arcobaleno ad organizzare una giornata/convegno sul tema delle Demenze nella città di Follonica provincia di Grosseto insieme al centro studi Orsa di Firenze, con il patrocinio del COeSO SDS Grosseto e il comune di Follonica grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze. L'intento è quello di sensibilizzare il territorio sul tema della demenza sia considerando i professionisti del settore che la cittadinanza, attraverso interventi di relatori di spicco del settore a livello nazionale e regionale. L'iscrizione, non obbligatoria, per la partecipazione può essere fatta attraverso il sito www.arcobalenocoop.it e l'ingresso è libero. Il convegno avrà inizio alle 9 e si terrà alla sala Tirreno in via Bicocchi 53/a a Follonica. Per informazioni sulle tematiche 338.2228462, per informazioni sull'organizzazione 393.9739274.

Read more

"Selfie" di Agostino Ferrente, a seguire incontro con il regista.

Sabato 23 novembre alle ore 18,00 in Pinacoteca di Follonica proiezione del bellissimo e pluripremiato film documentario

Napoli, Rione Traiano. Nell’estate del 2014 un ragazzo di sedici anni, Davide, muore, colpito durante un inseguimento dal carabiniere che lo ha scambiato per un latitante. Davide non aveva mai avuto alcun problema con la giustizia. Come tanti adolescenti, cresciuti in quartieri difficili, aveva lasciato la scuola e sognava di diventare calciatore. Anche Alessandro e Pietro hanno 16 anni e vivono nel Rione Traiano. Sono amici fraterni, diversissimi e complementari, abitano a pochi metri di distanza, uno di fronte all’altro, separati da Viale Traiano, dove fu ucciso Davide. Alessandro è cresciuto senza il padre, che dopo la separazione dalla madre si è trasferito lontano da Napoli. Ha lasciato la scuola dopo una lite con l’insegnante che “pretendeva” imparasse a memoria “L’Infinito” di Leopardi. Ora fa il garzone in un bar: guadagna poco, non va in vacanza ma ha un lavoro onesto in un quartiere dove lo spaccio, per i giovani disoccupati, è un ammortizzatore sociale di facilissimo accesso. Pietro ha frequentato una scuola per parrucchieri, ma al momento nessuno lo prende a lavorare con sé. Alessandro e Pietro accettano la proposta del regista di auto-riprendersi con il suo iPhone per raccontare in presa diretta il proprio quotidiano, l’amicizia che li lega, il quartiere che si svuota nel pieno dell’estate, la tragedia di Davide. Aiutati dalla guida costante del regista e del resto della troupe, oltre che fare da cameraman, i due interpretano se stessi, guardandosi sempre nel display del cellulare, come fosse uno specchio, in cui rivedere la propria vita. Un film fatto interamente di sguardi dove il rione appare ai due ragazzi come una parafrasi dell’Infinito di Leopardi, che Alessandro prova finalmente a raccontarci: circondato da un muro che esclude la conoscenza di tutto ciò che sta al di là e che forse, si augura, un giorno, almeno i suoi figli potranno finalmente scoprire. In collaborazione con l'associazione Kansassiti e Spazi Ragazzi. https://www.youtube.com/watch?v=ZXKfW8fkcqQ

Read more

in evidenza



Contattaci per avere ulteriori informazioni sui nostri servizi

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok Rifiuta